LogoWESere_02

SERVICE 2021-2022

CASA  “TABANELLI” DI PROPRIETA’ DELLA FONDAZIONE LIONS

Responsabili : Giorgio Ricci

image0
Servizio su Rossini News

I Lions del Distretto 108A con l’importante contributo versato dal socio onorario Lions Eros Tabanelli, hanno costruito una Casa destinata ai senza fissa dimora. Nei giorni di freddo intenso, il pensiero corre a quando il socio Lions Giorgio Ricci pensò ad un ricovero per chi era stato così tanto sfortunato nella sua vita da non poter godere di un rifugio dal freddo, di un giaciglio sicuro e di un pasto caldo. La Casa è stata aperta nel novembre 2015. La Casa ospita 19 senzatetto e due operatori. Durante il periodo invernale (novembre – aprile) la Casa è gestita da Fondazione CARITAS Pesaro, mentre durante il periodo estivo (maggio – ottobre), la gestione è affidata all’ Associazione “I bambini di Simone”. Anche il Comune di Pesaro, tramite il Sindaco Ricci e Assessore Mengucci, è sempre stato vicino alle necessità della Casa e soprattutto dei suoi ospiti.

CasaTabanelli_02
Inaugurazione Casa Tabanelli
PhotoGallery
Incontro presso Casa Tabanelli

SCLEROSI MULTIPLA

Responsabile : Renato Zampetti

logo_19

AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, è l’unica organizzazione in Italia che si occupa in modo strutturato e organico di tutti gli aspetti legati alla sclerosi multipla (SM), attraverso una prospettiva d’insieme che abbraccia il tema dei diritti delle persone con SM, i servizi sanitari e socio-sanitari, la promozione, l’indirizzo e il finanziamento della ricerca scientifica.

La SM è una malattia tra le più comuni e più gravi del sistema nervoso centrale: è cronica, imprevedibile, progressivamente invalidante. Colpisce in numero maggiore le donne, in un rapporto di 2 a 1 rispetto agli uomini, ed esordisce per lo più tra i 20 e i 40 anni. I sintomi e il decorso della malattia variano da persona a persona. In Italia c’è una nuova diagnosi di SM ogni 3 ore.

 

Donazioni
ReteDelDono
Progetto AFA
Progetto
Eventi Formativi
LocandinaEventiInformativi20211

GLI AMICI DI MARIANNA

Responsabile : Federico Valentini

Marianna è una bambina di 14 anni. E’ nata prematuramente a 25 settimane di gestazione e pesava 662 grammi. Alla nascita ha avuto un’epossia polmonare che ha compromesso il suo sviluppo motorio in virtù della paralisi cerebrale. La mancanza di ossigeno le ha provocato una diplegia spastica con interessamento cerebrale della parte destra che ha determinato la disfunzione degli arti inferiori e parzialmente gli arti superiori. Marianna si è già sottoposta a tre interventi chirurgici per allungamento tendini degli arti inferiori. Non le è consentita la deambulazione ed è costretta a vivere e a muoversi con l’ausilio di una carrozzina a rotelle.

Link
image2 (3)

SIGHT FOR KIDS

Responsabile : Renato Zampetti

Che cos’è l’ambliopia

Quello ‘pigro’ è un occhio che non riesce a raggiungere il valore definito come ‘acutezza visiva normale’, i cosiddetti 10/10.

Il rischio di insorgenza diminuisce crescendo

Più i bambini sono piccoli e quindi il loro sistema visivo è immaturo, tanto più l’ambliopia si sviluppa rapidamente e profondamente. Infatti, con il passare degli anni diminuisce il rischio di sviluppare un occhio pigro. Al di là dei 10-11 anni, età nella quale lo sviluppo della corteccia visiva è da ritenersi completo, è praticamente impossibile che si sviluppi un’ambliopia,

L’impatto sulla qualità di vita

A tutti noi sarà capitato di conoscere qualcuno che ha l’occhio pigro e che svolge normalmente tutte le sue attività portando gli occhiali, ma in realtà l’impatto che questo difetto può avere sulla vita di chi ne soffre non è affatto trascurabile.

I segnali da intercettare

Purtroppo, il riconoscimento dell’occhio pigro è quasi impossibile per il genitore durante la vita quotidiana. Difficilmente il bambino segnala la differenza visiva di un occhio rispetto all’altro, o che entrambi gli occhi vedono sfuocato. Ma ci sono alcuni segnali che possono far nascere dei dubbi sulle capacità visive del bambino: Un neonato che non segue le luci, un riflesso rosso pupillare anomalo nelle fotografie, un bambino che si avvicina molto agli oggetti o alla televisione, che utilizza una posizione anomala per focalizzare le immagini o che inciampa spesso, questi segnali non sono, però, sempre collegabili alla sola ambliopia: assolutamente importante per poter intercettare questa condizione clinica è eseguire una visita oculistica nei primi anni di vita.

La valutazione dell’oculista

Il medico oculista nel corso della visita effettua una serie di valutazioni grazie alle quali è possibile determinare l’entità dell’ambliopia presente. Contrariamente a quanto si crede, il medico oculista riesce fin dai primi mesi di vita a rendersi conto se un bambino presenta problemi visivi, basandosi anche sul modo in cui fissa e segue gli oggetti e le luci, e sulla presenza di ombre caratteristiche presenti nel campo pupillare.

Come ‘risvegliare’ l’occhio pigro

Una volta individuata l’ambliopia, per ottenere il recupero funzionale dell’occhio ambliope bisogna associare alla correzione ottica l’occlusione dell’occhio migliore di entità tale da costringere il paziente all’uso dell’occhio ambliope.

Il ruolo della famiglia

Più precocemente viene diagnosticato l’occhio pigro e più tempestivamente vengono presi i provvedimenti terapeutici, minore sarà sia il grado di occlusione sia la durata della terapia. Naturalmente per i bambini è difficile accettare il bendaggio che può essere vissuto come una limitazione pesante, ma è un sacrificio che può risolvere il problema visivo.

Link
Logo_Ambliopia
NonPerdiamociDiVista
IscrizioneCorso

GAD – FESTIVAL NAZIONALE D’ARTE DRAMMATICA

Responsabile : Giovanni Paccapelo

Torna ogni autunno, con l’inizio dell’anno lionistico, anche il Premio che il Lions Club Pesaro Host assegna annualmente alla migliore attrice esibitasi nel corso del  tradizionale Festival nazionale d’arte Drammatica.

Il  “Leone d’argento” assegnato dal Club  è intitolato alla memoria di Vassili Bartoloni Meli, già Socio del Club, docente di lettere nei licei e preside d’istituto, ma intende ricordare nell’ambiente artistico del Festival l’attività dei Lions e tutti i Soci che da generazioni sono presenti nelle principali iniziative della città.

Il  74° Festival nazionale d’Arte Drammatica avrà luogo a Pesaro dal 21 al 31 ottobre 2021.  Domenica 31 ottobre è tradizione che il Presidente del Club consegni alla miglior attrice giovane della rassegna, nel corso di un’apposita pubblica manifestazione,  il leone d’argento accompagnandolo  con alcune parole sul sostegno del Club e dei Lions italiani anche alle iniziative culturali.

Link
Gad
IMG_4582

BANCO ALIMENTARE

Responsabile : Gianfranco Buscarini

Banco_00

Ogni giorno Banco Alimentare recupera eccedenze alimentari per distribuirle a strutture caritative che offrono pasti o pacchi alimentari a persone che vivono in difficoltà. Accanto all’operosa attività quotidiana, Banco Alimentare organizza ogni anno, l’ultimo sabato di novembre, la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Giunta alla 25esima edizione, Colletta Alimentare 2021 sarà sia in presenza sia online. Grazie alle charity card si potrà donare non solo durante la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare del 27 novembre, ma anche i giorni a seguire: dal 28 novembre fino al 5 dicembre. Il Lions Club Pesaro Host nell’ambito del service “LOTTA ALLE NUOVE POVERTA'” ha deliberato quest’anno di donare al Banco Alimentare un supporto finanziario diretto di 1.000 euro ed un supporto logistico con la partecipazione diretta dei loro soci alla Colletta alimentare.

Quali sono i cibi più adatti alla donazione alimentare?

  • olio d’oliva.
  • tonno in scatola.
  • carne in scatola.
  • latte a lunga conservazione.
  • pasta e riso.
  • conserve di pomodoro.
  • legumi
  • biscotti
Link
Colletta
Banco_08

LOTTA AL DIABETE

Responsabile : Attilio Della Santina

2021_Diabete_02

Lo sapevi che il diabete di tipo 2 rappresenta il 90% di tutti i casi di diabete nel mondo? Infatti, circa 374 milioni di persone sono a rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. I Lions possono aiutare a ridurre questi numeri organizzando degli eventi di screening del diabete di tipo 2 nelle loro comunità. Lo screening del diabete di tipo 2 è un modo importante per aiutare le persone a comprendere il loro rischio di contrarre la malattia e allo stesso tempo rendere le nostre comunità più sane. Nel breve termine gli screening aiutano i membri della comunità a conoscere il diabete e a comprendere il loro stato di salute attuale. Se necessario, i soggetti a rischio possono essere indirizzati a visite di controllo. Tutto ciò porta complessivamente a una migliore qualità della vita

Link
2021_Diabete_logo
2021_Diabete
2021_Diabete_211107
2021_Diabete_03
2021_Diabete_01
WhatsApp Image 2021-11-14 at 14.48.00 (1)